cerca

A Livorno si spalano fango e detriti, 6 morti e due dispersi

Inchiesta aperta è per disastro colposo

Livorno (askanews) - Una città coperta dal fango e ferita profondamente che fa i conti con un disastro che doveva essere evitato. La situazione di emergenza sta lentamente tornando alla normalità a Livorno, dove è ancora di sei morti e due dispersi il bilancio del violento nubifragio che ha colpito la città nella notte tra sabato e domenica. I vigili del fuoco sono alla ricerca di due persone, una donna e un uomo, dei quali ancora non c'è traccia.

Strade interrotte, ponti crollati, viabilità in tilt, fango ovunque: squadre della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco, ma anche tanti volontari e cittadini sono al lavoro per rimuovere il materiale di ingombro presente su tutto il territorio.

Alcune centinaia di famiglie sono ancora senza corrente elettrica ma si sta lavorando per ripristinare il servizio.

Intanto la procura di Livorno ha aperto un'inchiesta per le

vittime del nubifragio che ha investito la città con l'ipotesi di disastro colposo.

In particolare, l'attenzione degli inquirenti è sull'abitazione

seminterrata, rimasta sommersa dall'esondazione del Rio Ardenza,

dove hanno perso la vita quattro persone di una stessa famiglia.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500