cerca

Approvato definitivamente il tunnel vicino a Stonehenge, proteste

No di ong, ambientalisti a favore, governo: darà spinta a regione

Roma, (askanews) - Anni di proteste di "druidi" e archeologi non sono riuscite a far fallire i piani per un nuovo tunnel stradale vicino al celebre sito archeologico di Stonehenge, che ha ricevuto il via libera definitivo dal governo di Londra.

Il tunnel di 2,9 chilometri di lunghezza dovrebbe ridurre il traffico su una delle principali arterie Est-Ovest lungo l'Inghilterra e ha un budget di 1,8 miliardi di euro. Per arginare le critiche le autorità hanno spostato il progetto lontano dal sito neolitico, che si trova a circa 13 chilometri a Nordovest di Salisbury ed è patrimonio dell'Unesco. Ma la Stonehenge Alliance, gruppo di organizzazioni non governative, ha denunciato che questo tunnel causerebbe "gravi e permanenti danni al panorama archeologico".

"Il progetto va ripensato completamente, non una piccola modifica, che ancora rappresenta un grande danno a questo paesaggio iconico", ha affermato un membro dell'alliance.

Ciò nonostante, i gruppi ambientalisti English Heritage e National Trust hanno dato il loro benestare al progetto. Secondo il ministro dei Trasporti britannico, Chris Grayling, il nuovo tunnel fornirà "un grande impulso alla regione".

Il sito, che è stato costruito in tempi diversi tra il 3.000 e il 2.300 Avanti Cristo, è composto da un insieme circolare di grosse pietre erette. Ogni anno migliaia di persone si riuniscono attorno ai misteriosi megaliti per celebrare il solstizio d'estate.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni