cerca

Khamenei: violenze su rohingya? La morte del Nobel per la Pace

L'attacco del leader iraniano ad Aung San Suu Kyi

Teheran (askanews) - "Il governo del Myanmar sta facendo tutto questo. È una questione politica e al vertice del governo c'è una donna che ha vinto il premio Nobel. Questo segna la morte del premio Nobel per la Pace". Lo ha detto la guida suprema iraniana, l'Ayatollah Ali Khamenei, attaccando frontalmente la leader birmana Aung San Suu Kyi. Le violenze contro la minoranza musulmana dei rohingya hanno messo in una posizione difficile l'ex paladina della democrazia birmana, ora sotto accusa per la gestione della crisi.

"Un governo crudele con alla guida una donna crudele che ha ricevuto il premio Nobel per la pace uccide e brucia persone senza protezione, incendia le loro case e non mostra alcuna reazione reale", ha aggiunto Khamenei.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500