cerca

Elezioni Germania, insulti perché "negro", ma lui si ricandida

Karamba Diaby, primo deputato africano-tedesco: bisogna reagire

Roma, (askanews) - È stato picchiato, ha ricevuto minacce di morte e centinaia di mail piene di insulti, ma Karamba Diaby non molla. Dopo avere ottenuto un seggio nel 2013 come primo deputato africano in Germania, il 55enne chimico di origini senegalesi, ma cittadino tedesco dal 2001, si è ricandidato con il partito socialdemocratico (Spd) nella circoscrizione di Halle, città dell'ex Germania Est, nota per le sue simpatie di estrema destra.

"Non mi lascio intimidire - ha detto - Ho reagito perché credo che sia il nostro compito in quanto democratici sottolineare che ci sono cose sbagliate. La nostra costituzione permette la libertà d'opinione, ma anche la dignità di un individuo è scritta nella costituzione tedesca".

Su Facebook, dove gli haters sono numerosi anche in Germania, di recente ha scritto: "A tutti i razzisti: non sono un negro". Il partito di estrema destra Ndp lo ha chiamato "scimmia nera" e usato la lettera "N" (di Neger) per attaccare il colore della sua pelle.

"È un dovere di tutta la popolazione, è un dovere di tutta la società. Tutti devono reagire quando leggono commenti così aggressivi, queste minacce, tutti dobbiamo sapere che è responsabilità di tutti noi reagire, mostrare a questa gente che non c'è libertà d'espressione quando qualcuno insulta qualcun altro", ha denunciato.

Nato in Senegal, Diaby ha vinto una borsa di studio per venire nell'ex Germania comunista:

"Sono arrivato in Germania, nella Ddr, nel 1985 - ha ricordato - A quel tempo non parlavo tedesco, conoscevo solo le parole 'Bundesliga' e 'BMW', dovevo imparare il tedesco".

Durante i suoi primi giorni in Parlamento, una cassiera della mensa del Bundestag si rifiutò inizialmente di servirlo finché non è stato chiaro che fosse un deputato, ha raccontato nel suo libro.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni