cerca

Voto Germania, Braun: con Afd entra l'aggressività al Bundestag

Il giornalista tedesco: Germania si "normalizza", trend europeo

Roma, (askanews) - "Sicuramente cambia alla grande, perché abbiamo avuto partiti nuovi, abbiamo avuto i Verdi nei primi anni Ottanta, poi dopo l'unificazione abbiamo avuto Pds che poi è diventata Linke (Sinistra, ndr) con estensione all'Ovest nel 2005, ma non abbiamo mai avuto un partito che porta un tasso di aggressività anti-sistema, anti-partiti tradizionali come Afd. Ci dobbiamo preparare a delle scene anche un po' brutte all'interno del Bundestag ma che in fondo conosciamo da tutta l'Europa, è stata la Germania la grande eccezione, soprattutto nella parte Nord dell'Europa: l'Olanda con Wilders, l'Austria con i Freiheitlichen, tutti paesi scandinavi con partiti populisti più o meno estremisti di destra. Se guardiamo la Francia con il Front National, è un pezzo di normalizzazione ed è un addio a questa idea che la Germania possa tenersi fuori da questo trend europeo": lo ha affermato Michael Braun, corrispondente in Italia del quotidiano berlinese Die Tageszeitung e autore di "Mutti: Angela Merkel spiegata agli italiani" (Laterza), ospite del Divano verde del Goethe Institut a Roma per lo speciale elezioni tedesche.

Domenica 24 settembre si vota in Germania per quella che si preannuncia da tempo la sfida tra Angela Merkel (Cdu) e l'ex presidente del parlamento europeo Martin Schulz (Sdp). Ma c'è una novità: il partito di estrema destra populista Afd (Alternativa per la Germania), secondo i sondaggi, entrerà per la prima volta al Bundestag, la Camera bassa del Parlamento tedesco.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500