cerca

David Hockney regala uno dei suoi maxi quadri al Centre Pompidou

"L'arrivo della primavera" al museo che ospita retrospettiva

Parigi, (askanews) - Il dono di David Hockney al Centre Pompidou, il museo parigino che ospita una sua retrospettiva, è uno dei quadri giganteschi dipinti in occasione dei mesi passati recentemente nello Yorkshire. Il grande pittore inglese, originario della regione settentrionale, ci è tornato pochi anni fa per assistere la madre e poi un amico malato.

Un ritorno che lo ha colmato di passione per la natura. "Dopo aver vissuto in California per 25 anni senza primavera in quel clima tropicale, veder arrivare la primavera è stato emozionante" ha spiegato Hockney. "Mi è sembrata una buona idea perché è un quadro molto grande, non entra in una casa. Ne ho dato un altro alla Tate Gallery".

Questo dipinto si chiama infatti "L'arrivo della primavera". Il museo parigino ospita una retrospettiva per gli ottanta anni di Hockney, nato nel 1937. "Sto diventando sordo da anni. Senza l'apparecchio per le orecchie non sento niente" ha raccontato il pittore. "Credo che quando perdi uno dei cinque sensi, ne guadagni un altro. Vedo lo spazio più chiaramente".

Ma Hockney non perde lo spirito polemico. "Brexit? Oh non so. Non passo molto tempo in Inghilterra ormai. Stanno diventando cattivi in Inghilterra" ha detto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni