cerca

Godevano di assegni Inps ma vivevano all'estero: 370 denunciati

L'istituto previdenziale risparmierà oltre 2,6 milioni di euro

Roma (askanews) - Scoperti dalla Guardia di Finanza di Roma 370 casi di persone che percepivano assegni sociali ma erano residenti all'estero. Una coppia di anziani coniugi di origine tunisina, residenti fittiziamente nella provincia di Firenze, ha beneficiato indebitamente di fondi erogati dall'Inps per complessivi 120mila euro mentre movimentava capitali verso il Principato di Monaco per 370mila euro. Un'altra coppia di coniugi italiani residente nel Frusinate, rispettivamente di 73 e 72 anni, dopo il trasferimento definitivo all'estero ha continuato a percepire l'assegno sociale per complessivi 55mila euro.

Sono solo due dei 370 illeciti portati alla luce nel 2016 dal Nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie della Guardia di finanza di Roma. In totale, le Fiamme gialle hanno scoperto un'indebita percezione di emolumenti per oltre 10 milioni di euro.

L'Inps ha immediatamente provveduto alla sospensione o alla revoca dei pagamenti, procedendo all'avvio del recupero di quanto indebitamente percepito dai responsabili, risultati per lo più domiciliati in Sud America e nell'Europa orientale. Ciò consentirà all'istituto previdenziale un risparmio annuo pari a oltre 2,6 milioni di euro.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni