cerca

Tarsu ridotta del 40% a Napoli, i commercianti: è un'ottima cosa

La Cassazione ha dato ragione al ricorso dell'Hotel Britannique

Napoli (askanews) - Tassa sui rifiuti ridotta del 40% per i cittadini e le imprese di Napoli che dimostrino di aver subito un disservizio a causa dell'emergenza rifiuti, indipendentemente da eventuali responsabilità del comune.

Fa discutere la sentenza della Corte di Cassazione che ha dato ragione all hotel Britannique di Napoli che aveva presentato ricorso contro la mancata riduzione della Tarsu. Il Comune, contrapponendo alla richiesta l'imprevedibilità dei disservizi, aveva sottolineato di non aver colpa delle disfunzioni nella raccolta che, tra l'altro, erano di competenza del commissario straordinario.

La vicenda resta aperta e altre città alle prese con gli stessi problemi, come Roma, sono pronte a scendere sul sentiero di guerra. Askanews ha chiesto ai cittadini e ai commercianti di Napoli cosa pensano al riguardo.

"È un'ottima cosa , spiega questo ragazzo - perché quando c'è l'emergenza rifiuti abbiamo problemi anche noi commercianti con cali di vendita e questo 40% in meno ci farebbe molto comodo".

"Io per due negozi pago 6mila euro all'anno e non è poco", dice un commerciante.

"Sono pienamente d'accordo - aggiunge un altro negoziante - soprattutto vista la situazione qua in centro". "Quando si risparmia è sempre un bene - conclude questa signora - a parte che noi paghiamo la spazzatura ma produciamo solo cartone, quindi dovrebbero avere noi qualcosa".

Gli avvocati di tutta Italia sono già pronti alle battaglie legali per chiedere sostanziosi risarcimenti che rischiano di creare buchi notevoli nei conti dei comuni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500