cerca

Consumatori cercano benessere, focus su prodotti bio e naturali

Associazione Siste festeggia 15 anni e punta a crescita comparto

Milano, (askanews) - Un mercato in rapida e costante crescita, ma che deve fare i conti con consumatori sempre più esigenti e informati, attenti alle informazioni riportate sulle etichette dei prodotti e ai brand delle aziende produttrici, diventati a loro volta garanzia di qualità. E' quanto emerso all'assemblea annuale dei soci di Siste, la Società italiana di scienze applicate alle piante officinali e ai prodotti per la salute che ha festeggiato i 15 anni di attività nella splendida cornice di Baveno sul Lago Maggiore. La presidente di Siste, Marinella Trovato: "15 anni fa quando abbiamo iniziato questo percorso, che è stato una sfida da una parte e una scommessa dall'altra, credo che in pochi credessero che avrebbe avuto non solo successo ma anceh un futuro. Oggi possiamo dire che chi non credeva in questo tipo di iniziativa si è dovuto ricredere"

Un successo certificato anche da una ricerca Doxa realizzata per Siste che analizza come è cambiata ultimi 15 anni la percezione del concetto di salute, intesa non più solo come assenza di patologie, ma come ricerca di un benessere fisico e psicologico attraverso il consumo di prodotti naturali che siano rispettosi dell'ambiente, altro elemento centrale per il consumatore. Fondamentale in quest'ottica la qualità e la certificazione dei prodotti, come ha spiegato Fabrizio Piva, Ad di Ccpb: "Oggi esistono degli standard, delle regole che i produttori devono rispettare che garantiscono l'assenza di sostanze derivate dal petrolio, l'assenza di determinati additivi e la presenza di materie prime che derivano dalla produzione biologica".

Sempre crescente anche l'interesse da parte del settore medico come ha spiegato Debora Rasio, oncologa, nutrizionista e docente della Sapienza: "E' un po' un binomio perché prima c'erano le tradizioni e la scienza da una parte, adesso si stanno finalmente unendo e risultati già si vedono e si vedranno".

Guardando avanti, le prospettive per i prodotti naturali e bio sono positive anche alla luce dei numerosi settori in cui vengono impiegati: farmaceutico, integratori alimentari, cosmesi, prodotti per la casa e per gli animali, come ha ricordato la presidente Marinella Trovato: "Gli obiettivi sono una crescita del comparto. Noi crediamo nella filiera, lavoriamo molto anche per quanto concerne l'aspetto agricolo del prodotto perché crediamo molto nella filiera delle piante e di quelle che sono poi le trasformazioni delle piante per l'utilizzo nei vari settori produttivi. E sempre più settori produttivi si stanno interessando all'uso delle piante al loro interno".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500