cerca

Roy Paci dedica un brano alla sua città Augusta: è amore-odio

Nel nuovo cd Valelapena, il cantautore: spero di suonarci presto

Roma, (askanews) - "La scelta di avere scritto una canzone per Augusta è una scelta dettata dal fatto che dovevo prima o poi, dopo 35 anni di musica suonata, omaggiare la mia appartenenza a quel luogo meraviglioso che è Augusta. E' uno dei due posti che hanno un centro storico unico, che hanno un'isola, come Ortigia per Siracusa, quindi un posto incantevole magico che ahimé nella storia non è mai stato tenuto così bene per come io avrei voluto e altri cittadini avrebbero voluto. C'è questo rapporto di amore-odio": a raccontarlo Roy Paci, ospite in studio di Askanews in occasione dell'uscita del suo ultimo album Valelapena (Etnagigante/Artist first) e della tappa romana del suo instore tour.

"Amore che ho sempre avuto nei confronti della mia terra e anche del mio popolo, e l'odio di chi ha rovinato spesse volte la mia città. Ho voluto omaggiare in positivo un posto che mi ha accolto, è un brano autobiografico, con la speranza prima o poi di andare a suonare nel mio paese, vent'anni di Aretuska quest'anno e vent'anni di assenza dalla mia città", si è augurato il crooner e trombettista siciliano, che firma il sesto album (5 in studio e una raccolta) con gli Aretuska, è nato ad Augusta, ma da tempo risiede in Puglia.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni