cerca

L'ad di Subito Libraro: nostra forza è far incontrare le persone

Al Mudec di Milano una mostra per 10 anni del portale in Italia

Milano (askanews) - Raccontare per immagini gli oggetti che ci accompagnano nella vita quotidiana ispirandosi alle 10 ricerche più frequenti e rappresentative dei consumatori italiani su Subito: è l'obiettivo della mostra "Storie di un passato futuro" curata da Simone Bramante, il più famoso instagrammer italiano, aperta dal 5 al 29 ottobre al Mudec di Milano in occasione dei 10 anni in Italia del portale con oltre 8 milioni di utenti unici al mese e 6 milioni di annunci. Subito opera in un mercato, quello di seconda mano, che nel 2016 valeva l'1,1% del Pil italiano, e punta a crescere come spiega Melany Libraro, Ceo di Schibsted Italy, gruppo che include anche Infojobs e Pagomeno: "Oggi raggiungiamo un italiano su 3 online, il mio obiettivo è farli diventare 2 o 3 su 3, quindi cercare di rispondere ai bisogni di tutti perchè con 37 categorie merceologiche si spazia da piccole cose per la casa a grandi progetti".

La sfida è con gli operatori nei mercati verticali, come quelli dell'immobiliare o dell'automotive, ma si differenza dei generici portali di e-commerce, Subito si focalizza sull'incontro fisico tra le persone. "È come se fossimo un social network di contenuto generato dagli utenti, facciamo incontrare domanda e offerta, non vogliamo toccare i soldi dello scambio tra le persone ma ci teniamo a rendere sempre più efficiente e veloce il momento in cui riesci a concludere il buon affare. Abbiamo chiuso il 2016 con 30 milioni di euro di fatturato, con il 24% di crescita in un anno, quest'anno sta andando molto bene speriamo di chiudere con la stessa crescita dell'anno scorso".

Nei 10 scatti della mostra al Mudec Bramante ha racchiuso "l'economia dei desideri", un passaggio di mano in mano che attraversa un territorio e il tempo e lega tra loro persone diverse con gli stessi intenti: desiderare, ottenere e consumare per poi riutilizzare. Ne "La grande avventura" al centro c'è una Graziella verde che rinasce dopo 30 anni nei sogni di un bambino, "La tata della terza età" racconta uno dei servizi più cercati, quello della badante, vista come una Mary Poppins moderna.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500