cerca

Mobilità, verso formula di car sharing nazionale

Tavazza (Locauto Rent): "Massima autonomia per l'utente"

Roma, (askanews) - Se la direzione verso una mobilità sostenibile è segnata, il messaggio non può che essere recepito da tutti i protagonisti del settore. E una delle novità principali dell'innovazione sostenibile, anche in termini di digitalizzazione dei processi, arriva dal mondo dell'autonoleggio. L'automobile non è più status symbol, il car sharing avanza ma appare ancora limitato eccessivamente ai contesti urbani. Così in alcuni player del rent a car, si fa avanti l'idea di impostare uno schema di network su base nazionale del car sharing, che come spiega il presidente di Locauto Rent, Mario Tavazza, permette di usufruire di una vettura noleggiata e prelevata nei parcheggi Locauto di una città lasciandola in quelli di un'altra.

"Un car sharing dove, non in sostituzione ma in abbinamento a quelle che sono le location tradizionali, vetrine, negozi, si proporre la possibilità in un prossimo futuro di prendere in assoluta autonomia la macchina a noleggio".

D'altronde il segreto, per essere vincenti in un mercato che deve rientrare nei nuovi schemi dettati dalla mobilità sostenibile, è in primis connesso alla capacità di essere innovativi dei suoi attori. E se il percorso green, quello legato alle auto elettriche, che oggi con un'autonomia che sfiora i 300 km inizia a riscuotere interesse anche in chi noleggia l'automobile, resta però strettamente connesso alla necessità di aumentare il numero di colonnine di ricarica, il grande spazio di innovazione è quello della facilità e della fruibilità dei servizi. Chi investe in quella direzione risulta premiato con tassi di crescita di molto superiori alla media di settore. Innovando, Locauto Rent, rispetto a 3/5% medio, ha staccato una media negli ultimi anni tra il 25 e il 40%. Ancora Mario Tavazza:

"Ci siamo affidati all'innovazione e alla tecnologia. Abbiamo lanciato il prodotto Elefast che è un noleggio fai da te dove non c'è bisogno dell'intervento dell'essere umano ma il cliente registrato può prelevare la macchina come e quando vuole e riconsegnarla ugualmente come e quando vuole. Abbiamo poi innovato altre tecnologie, come la consegna e riconsegna effettuata tutta in maniera elettronica con sistemi che solo a pensarli qualche anno fa sarebbero stati avveniristici. E questo ha portato soddisfazione e fidelizzazione nella nostra clientela".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni