cerca

Bolivia, il presidente Evo Morales rivendica la lotta del "Che"

Nel 50esimo anniversario della morte del guerrigliero argentino

Vallegrande, Bolivia (askanews) - Il presidente boliviano Evo Morales, uno degli ultimi rappresentanti della sinistra latinoamericana al potere, ha rivendicato la lotta contro lo sfruttamento capitalista di Ernesto "Che" Guevara in occasione del 50esimo anniversario della morte del guerrigliero argentino.

"Il Che ha combattuto ed è morto per la liberazione della Bolivia, pensando alla liberazione della più grande patria dell'America latina" ha detto Morales. "La maniera migliore per rendere omaggio al Che è continuare la sua lotta antimperialista".

Nelle ore precedenti Morales, con indosso una maglietta che recava l'immagine di Guevara, aveva ripercorso i sentieri della montagna boliviana percorsi nelle ultime ore della sua avventura dal Che, ucciso dopo la sua resa, a 39 anni, il 9 ottobre 1967, da un soldato dell'esercito boliviano.

L'affluenza alla cerimonia è stata comunque minore del previsto, 2.000 persone invece delle 10mila attese, una folla piuttosto giovane giunta sia dalla Bolivia sia da altri paesi della regione che insieme a militanti e nostalgici della rivoluzione in mimetica verde oliva dei barbudos cubani si è riunita nel villaggio di Vallegrande, 240 km a est di Santa Cruz.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500