cerca

Generali Italia presenta Innovation Park: 5mila mq per il futuro

Sei casette tematiche per sviluppare nuove idee e tecnologie

Mogliano Veneto (askanews) - Un progetto ambizioso per cambiare il modo di essere di una grande compagnia assicurativa. Nella sede di Mogliano Veneto, Generali Italia ha presentato il suo Innovation Park, oltre 5mila mq di spazi per sviluppare idee e tecnologie digitali nell'ottica di offrire quella che la compagnia definisce "la migliore esperienza clienti e agenti del mercato".

A fare gli onori di casa, il Country manager e amministratore delegato di Generali Italia, Marco Sesana. "Il cliente sta cambiando - ha spiegato ad askanews - i nostri agenti stanno cambiando e noi dobbiamo seguirli in questo sviluppo. Dobbiamo essere avanti rispetto a quello che sta succedendo sul mercato e quindi qui riprogettiamo il modo di lavorare, il modo in cui le nostre persone pensano all'innovazione e alla tecnologia e lo facciamo in un luogo che noi crediamo faciliti questo tipo di innovazione".

All'inaugurazione ha partecipato anche il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che ha puntato sul cambio di mentalità che il progetto dell'Innovation Park porta con sé. "E' anche un modo - ha detto il governatore dal palco - per non pensare più in maniera analogica, ma più in maniera digitale, che è un po' una sfida che tutti noi abbiamo".

Una sfida che, a Mogliano, si declina in sei casette tematiche nelle quali è possibile testare sul campo, in modalità start up, i prototipi e le tecnologie che possono portare a nuove soluzioni assicurative, alcune delle quali già in essere, altre ancora in fase di sviluppo. In particolare nelle due casette dei G-Innovation lab si lavora sul modo in cui la tecnologia può avvicinare al cliente, semplificando e rendendo tutto più smart, ma anche su progetti ambiziosi che coinvolgono l'intelligenza artificiale, come ci ha spiegato Andrea Pietrasanta, Area Operations - Innovation Accelerator di Generali Italia.

"In Generali Italia - ci ha detto - stiamo iniziando a sperimentare diversi tipi di intelligenza artificiale, ovvero dei software che possono interpretare e comprendere delle informazioni complesse. In questo caso possiamo mostrare del testo, ma in futuro potranno comprendere anche suoni o immagini. Questo damo, cha abbiamo svilupato internamente, è una chatbot, ovvero una chat in cui l'utente, anzichè interagire con un operatore interagisce con un'intelligenza artificiale".

Le altre casette sono dedicate alla semplificazione, tema su cui Generali ha anche tenuto un grande Hackathon a Venezia, e all'immaginare l'agenzia del futuro, con una serie di passi tecnologici pensati per avvicinarsi ancora di più alle esigenze della clientela. Ma una parte importante la svolge anche l'Energy Lab, ossia il luogo che la compagnia triestina ha dedicato al welfare aziendale, con spazi per prestazioni mediche e attività sportive.

"Noi crediamo - ha aggiunto Marco Sesana - che l'energia di una azienda sia fondamentale per il cambiamento, e l'energia di una azienda parte dall'energia degli individui, quindi noi vogliamo fare in modo che i nostri dipendenti siano continuamente a un livello alto di energia, seguendoli nelle loro esigenze con dei percorsi salute, dei percorsi energia che li aiutino a stare in forma".

L'investimento, iniziato nel 2016 e programmato su base triennale, che Generali Italia ha dedicato al programma di semplificazione è di 150 milioni di euro e coinvolge oltre 500 persone, nel rispetto di una filosofia che cerca di unire i dipendenti e gli agenti, ma anche i clienti, nel ridisegnare i processi chiave. L'inaugurazione dell'Innovation Park arriva a metà di questo percorso e ora offre altri strumenti per proseguire concretamente nel progetto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni