cerca

Kartell: crediamo nel mercato russo, vicini a creatività italiana

Parla il ceo Luti, che presiede il Salone del Mobile di Milano

Milano, 11 ott. (askanews) - "Kartell ha successo un po' in tutto i mondo. Noi guardiamo a tutto il mondo. Siamo in 140 paesi". Lo ha detto Claudio Luti, ceo del marchio di design italiano, presente a iSaloni, la fiera internazionale del mobile di Mosca.

"Credo che Kartell nel design sia una delle aziende più importanti - ha spiegato - È un po' particolare: il nostro è industrial design quindi investiamo molto in tutti i prodotti. Sono tutti prodotti fatti non artigianalmente, ma industriali. Con stampi, macchine, processo industriale. Hanno anche un prezzo accettabile, perché c è un grosso investimento dietro. Lavoriamo con i migliori designer del mondo, e quindi abbiamo grande creatività intorno a tutti i nostri nuovi prodotti".

"Abbiamo diviso il mondo in tante fette - ha aggiunto Luti - Cerchiamo di essere presenti un po' dappertutto. Non basta fare prodotto bisogna comunicarlo. Poi bisogna avere una distribuzione che abbia lo stesso livello di qualità".

E in Russia come va? "In Russia siamo andati con alti e bassi. Abbiamo sentito un po' la crisi e per il rublo debole, e per le relazioni commerciali, ma io credo molto in questo mercato perché vedo un grande affetto, vedo una grande vicinanza alla creatività italiana, vedo tantissimi russi che vengono a Milano, al Salone del mobile, ad aprile con grandi delegazioni. Abbiamo solo bisogno di conoscerci meglio e relazionarci meglio per capire chi possono essere i partner migliori per noi".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni