cerca

Cina: partito comunista inserisce Xi nella Costituzione, come Mao

La mozione approvata, all'unanimità, dai delegati al Congresso

Pechino (askanews) - Xi Jinping entra a vele spiegate nella storia e nella leggenda del Partito comunista cinese. I 2.300 delegati nella seduta conclusiva del Congresso hanno approvato all'unanimità l'emendamento costituzionale che aggiunge il nome del presidente nella Costituzione, a fianco di quelli di Mao e di Deng Xiaoping, confermando lo status del leader, il più potente del paese da decenni.

Il pensiero di Xi Jinping sul socialismo alla cinese della Nuova era risalta ormai a pieno titolo nella carta costituzionale, si legge nella mozione approvata dal Congresso, una mozione che rende Xi il primo dirigente cinese dopo Mao, al potere dal 1946 al 1976, a ottenere questo status di assoluta eccellenza mentre è ancora alla testa dello Stato, il che potrebbe consentirgli una permanenza a vita al timone del potere cinese.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni