cerca

Elezioni, "Paris Hilton russa" spiega perché non insulterà Putin

A Ksenia Sobchak mancano 100.000 firme per depositare candidatura

Mosca, (askanews) - Ksenia Sobchak, una nota star televisiva soprannominata la "Paris Hilton russa" e considerata vicina al campo liberale, ha tenuto la sua prima conferenza stampa in un teatro alla moda nel centro di Mosca, spiegando perché, se la sua candidatura alle elezioni presidenziali russe di marzo sarà accettata, non insulterà Vladimir Putin. "Ciò a cui parteciperò è come una quasi-elezione. Tutti dovremmo capire questa cosa. Abbiamo delle elezioni in cui tutti i ruoli sono stati decisi in anticipo. Tutti hanno acconsentito a questi ruoli ed è pronto a giocarli. Io rifiuto questi ruoli. Voglio rompere questo gioco". "Queste elezioni devono diventare un referendum nazionale nel quale il candidato contro tutti unirà la gente".

Figlia dell'ex sindaco di San Pietroburgo, Anatoly Sobchak, mentore politico di Putin, Ksenia Sobchak, ha incarnato per un decennio la "gioventù dorata" dell'era Putin. Stella di diverse trasmissioni televisive e direttrice della versione russa del magazine di moda L'Officiel, si è unita ai ranghi dell'opposizione durante delle manifestazioni contro Putin nel 2011.

"Per alcuni, è vero, Putin è soprattutto un tiranno e un dittatore. Per altri è il leader che protegge il mondo russo e ha rianimato la Russia decaduta. Per me, Putin è prima di tutto qualcuno che ha aiutato mio padre in un momento difficile".

"Gli ha praticamente salvato la vita. Me lo ricordo. Questo è il motivo per cui non insulterò l'uomo-Putin, ma ciò non significa che mi piaccia tutta la politica di Putin".

Per presentarsi da indipendente deve ancora raccogliere 100.000 firme affinché la candidatura sia accettata dalla Commissione elettorale russa.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500