cerca

Attentato New York, Trump chiede la pena di morte per il killer

Sayfullo Saipov incriminato. Interrogato un altro uzbeco

New York (askanews) - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiesto la pena capitale per l'autore dell'attentato a Mahattan. "Il terrorista di New York era soddisfatto e ha chiesto che la bandiera dell'Isis fosse appesa nella sua camera d'ospedale. Ha ucciso 8 persone e ne ha ferite gravemente altre 12. Dovrebbe essere condannato a morte", ha scritto Trump sul suo profilo Twitter.

Il presidente aveva già evocato l'ipotesi di inviare Sayfullo Saipov, uzbeco di 29 anni, nel carcere di Guantanamo, penitenziario americano di massima sicurezza nell'isola di Cuba.

Secondo l'Fbi, il killer di New York aveva pianificato l'attacco da mesi e lo ha compiuto in nome dell'Isis, seguendo il copione descritto dai manuali online del sedicente Stato islamico".

"Durante gli interrogatori Saipov ha ammesso che si è ispirato ai video dell'Isis per pianificare l'attentato" ha detto Joon Kim della procura di New York precisando che l'uomo si è presentato in sedia a rotelle davanti agli inquirenti ma non ha mostrato segni di pentimento.

L'aggressore della notte di Halloween, era negli Stati Uniti con una Green Card vinta alla lotteria annuale, è accusato ora di terrorismo, mentre è stato rintracciato un presunto complice. Si tratta di un altro cittadino uzbeco, Mukhammadzoir Kadirov, di 32 anni.

Nonostante l'attentato, a New York domenica la maratona si correrà comunque, ma sarà superblindata. La polizia ha già fatto sapere che oltre ad aumentare il numero di agenti in divisa e in borghese, schiererà più cecchini e squadre armate pesantemente, camion pieni di sabbia e barriere per evitare attacchi con l'uso di veicoli, come successo sulla pista ciclabile lungo l'Hudson. Si prevedono 51mila concorrenti e 2 milioni e mezzo di spettatori.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500