cerca

Russia-Iran, Putin a Teheran: in agenda Siria, greggio e nucleare

Il presidente russo ha incontrato anche l'ayatollah Ali Khamenei

Teheran, Iran (askanews) - Diplomazia del Cremlino concentrata sul Medioriente. Il presidente russo Vladimir Putin si è recato in Iran, alla testa di una numerosa delegazione, per incontrare i dirigenti della Repubblica islamica e mettere a fuoco, nel comune interesse, questioni spinose come la Siria, l'accordo sul nucleare iraniano e il rafforzamento della cooperazione economica tra i due paesi, entrambi sulla blacklist degli Stati Uniti.

"Intendo sottolineare che stiamo lavorando molto proficuamente con l'Iran" ha detto Putin nel corso di una conferenza stampa con il presidente iranaiano Hassan Rohani e il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliev, che lo aveva preceduto a Teheran. "Siamo riusciti ad accordarci sulla questione siriana. Grazie al nostro impegno congiunto, unito a quello della Turchia, la situazione sul terreno si sta sviluppando positivamente nel quadro della lotta al terrorismo", ha concluso il presidente russo.

Dal canto suo, Rohani ha illustrato la strategia geopolitica alla base dell'intesa con Russia e Azerbaigian. "Abbiamo deciso di collegare il porto di Bandar Abbas, nell'Iran meridionale, a Helsinki, passando dall'Azerbaigian, dalla Russia e dai paesi dell'Europa orientale e settentrionale" ha spiegato Rohani. "La cooperazione tra Iran e Russia è molto importante per il consolidarsi della stabilità e della sicurezza in Siria, come per la lotta al terrorismo. Inoltre, la cooperazione tripartita tra Iran, Turchia e Russia, che sta proseguendo con un nuovo round di colloqui ad Astana, è fondamentale per la sicurezza e la stabilità della pace in Siria".

Putin, ha aggiunto Rohani, ha assicurato l'Iran del sostegno russo a fronte delle minacce di Washington che lasciano trapelare la volontà di ritirarsi dell'accordo sul nucleare siglato nel 2015 con il Gruppo dei sei.

Il presidente russo è stato anche ricevuto dalla Guida suprema della Repubblica islamica iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, in vista di un vertice con Rohani e il presidente azero Aliev per uno scambio di vedute tra i tre Stati che si affacciano sul Mar Caspio. In particolare, si tratta del progetto della linea ferroviaria che dovrà collegare Racht, in Iran, ad Astana, in Kazakistan, di progetti di sfruttamento in comune di giacimenti di gas e petrolio del Caspio e di programmi di cooperazione in campo culturale e umanitario.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500