cerca

Studiare all'estero sviluppa l'intelligenza emotiva

I risultati di una ricerca presentati alla Luiss business school

Roma, (askanews) - "Un'avventura che ci ha mostrato risultati interessanti, molti di loro partivano già con delle dotazioni di empatia, di ricerca e di incontro con gli altri molto elevate, e hanno confermato queste capacità. Qualcuno si riconosceva una capacità emotiva inferiore, almeno così sembrava essere, e al ritorno da questi viaggi il ritorno con il nuovo gli ha peromesso di riconoscere una maggiore sensibilità emotiva in se stessi e anche di riconoscere una maggiore capacità emozionale e affettiva del prossimo. Si tratta in effetti di un viaggio, un viaggio che li porta molto lontani, ma che li porta anche dentro di sé. Una scoperta. Un po' come i viaggi che si facevano nei secoli passati forse dentro qualche continente, viaggiando per apprendere culture ma anche per meravigliarsi, per scoprire le produzioni artistiche, ma anche per conoscere modalità di vita diverse dalle proprie. Si tornava più pronti, più preparati. Questo è anche un po' la domanda che ci poniamo: come potranno questi giovani, avendo messo a fuoco meglio ciò che è lontano, avendo irrobustito le loro lenti per superare questa miopia che spesso abbiamo e ci costringe un po' sempre a guardare il presente, il qui e l'ora, come potranno essere reinvestiti questi giovani in una società che deve essere capace di portare questa capacità all'interno, questa voglia di avere una solidarietà concreta e una speranza realistica per un paese che ha tanto bisogno di guardare oltre, di andare oltre le sue normali e consuete abitudini". Ad affermarlo è Sergio Astori, Psichiatra e Psicoterapeuta, Professore Università Cattolica di Milano, responsabile della ricerca scientifica "L'esperienza scolastica all'estero e lo sviluppo dell'intelligenza emotiva", presentata alla Luiss business school, che ha indagato in che modo l'esperienza formativa vissuta dai giovani che hanno partecipato ai programmi di scambio culturale offerti dalla Fondazione Youth For Understanding, ha potenziato il quoziente di intelligenza emotiva.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500