cerca

MASSACRO IN CHIESA

Strage in Texas, la polizia: "Il killer aveva litigato con la suocera"

Devin Kelley, l'autore della strage di Southerland Springs in Texas, ha chiamato il padre nel corso della fuga e come ha confermato la polizia aveva problemi in famiglia, in particolare con la suocera che frequentava la chiesa in cui ha commesso la strage. "Non c'erano motivazioni razziali o di credo religioso. C'era un litigio in corso con la famiglia e i suoceri", ha confermato Freeman Martin, uno dei responsabili delle forze dell'ordine in Texas. Le forze dell'ordine hanno fatto sapere di non aver aperto un'indagine per terrorismo e ricordato che la suocera del 26enne non si trovava all'interno della chiesa domenica mattina. Kelley ha ucciso 26 persone, tra cui molti bambini.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500