cerca

Integrare i dati e le survey: sinergie tra Kantar TNS e Nunatac

Un seminario a Milano per ottimizzare i profili di clientela

Milano (askanews) - Integrare i dati provenienti da più fonti, per dare loro una maggiore efficacia e aderenza ai reali profili e interessi dei clienti. Di questo si è parlato in un seminario, organizzato alla Samsung Arena di Milano da Nunatac e Kantar TNS in collaborazione con SAS, che ha esplorato innanzitutto l'integrazione tra i dati - comportamentali, transazionali e provenienti da database interni - con le survey.

Federico Capeci, ceo per l'Italia di Kantar: "Oggi i dati non mancano - ha spiegato ad askanews - però manca la capacità, da un lato seria, analitica, puntuale di capire il dato che conta e quello che non conta, e dall'altro la capacità che questi dati poi sappiano diventare un racconto per le aziende veramente utile, e questo avviene mettendo insieme più aziende, più strumenti, più persone, più culture. Per questo oggi presentiamo una delle cose più ambiziose che abbiamo fatto quest'anno: cercare di mettere insieme diversi player della grande filiera del dato in modo piuttosto inedito".

---

L'interlocutore di Kantar per questa sfida è Nunatac, rappresentata dal fondatore e ceo Alberto Saccardi. "Non è sufficiente avere un X per cento di informazioni sulla mia customer base - ci ha detto - il mio obiettivo è cercare di estendere questo X per cento, ecco allora perché qui oggi si parla di come per esempio integrare le survey con quello che è l'approccio tradizionale al dato digitale transazionale, perché ciò che riesco a raccogliere dalla survey una transazione generalmente non me lo dà".

"Non basta osservare i comportamenti - ha aggiunto Capeci - come molti player fanno da tempo, ma anche i tech giant, se ci pensiamo, fanno questo di mestiere. Noi andiamo un po' dietro per andare molto oltre, ossia capire le motivazioni di base attraverso la modellizzazione di base, che ci consente poi di guadagnare in azionabilità".

Un guadagno che è di opportunità, me che, nello scenario immaginato da Kantar e Nunatac, deve diventare anche crescita e aumento del giro d'affari. Ma per farlo gli stessi dati da cui si prendono le mosse devono essere organizzati al meglio.

"Se voglio estendere il business, se voglio supportare i processi di interazione in real time con i miei clienti basati su dati e motori analitici - ha concluso Saccardi - il tema della completezza e della qualità è fondamentale".

Dalla Samsung Arena, insomma, si esce con la sensazione che ci si stia muovendo verso una interessante ecologia, se così si può dire, del dato. Uno scenario nel quale i Big Data non continuano a crescere indiscriminatamente, ma, grazie a una loro lettura più profonda e articolata, si utilizzano al meglio quelli esistenti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500