cerca

Ilva, dal 10 novembre stop a occupazione stabilimento di Genova

Dopo la conferma del Mise del tavolo sull'accordo di programma

Genova (askanews) - L'assemblea dei lavoratori dell'Ilva di Genova ha deciso di sospendere da venerdì 10 novembre 2017 dalle 6 di mattina, l'occupazione della fabbrica, dopo la conferma da parte del Ministero dello Sviluppo economico dell'apertura di un tavolo sull'accordo di programma del 2005, che prevedeva la chiusura degli impianti a caldo dello stabilimento di Cornigliano, in cambio del mantenimento dei livelli occupazionale.

"È un punticino segnato a nostro favore - ha detto l'ex segretario della Fiom Cgil di Genova, Franco Grondona, rivolgendosi ai lavoratori - adesso incassiamo questo. Un punto che prima non avevamo".

"Solo Alice nel paese delle meraviglie poteva pensare di andare a Roma e trattare da subito la situazione di Genova - - ha spiegato l'ex segretario della Fiom Cgil di Genova, Franco Grondona - Mittal non ha dato nessun numero per quanto riguarda gli organici, perché tutto è condizionato da quello che deciderà l'Antitrust europeo che avrebbe dovuto prendere una decisione il 13 novembre ma invece l'ha rinviata al 23 marzo 2018".

Secondo il sindacalista, si è parlato di un investimento complessivo di 60 milioni su Genova, che sono noccioline rispetto agli oltre 5 miliardi di euro di investimenti annunciati da Mittal per l'intero gruppo.

Nella mattinata di venerdì 10 novembre, la rappresentanza sindacale unitaria dello stabilimento di Cornigliano ha convocato una nuova assemblea per spiegare ai lavoratori nel dettaglio quanto emerso durante il tavolo di oggi a Roma tra azienda, governo e sindacati.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500