cerca

Generali Italia, un Hackathon per ragionare sull'inclusione

Premiati a Milano cinque progetti su diversità e gender

Milano (askanews) - Dodici ore di lavoro non-stop per sviluppare nuove idee in tema di inclusività, in particolare in relazione alle differenze di genere. E' questo il tema dell'Hackathon di Generali Italia che, a Milano, si è concentrato sugli aspetti della Diversity and Inclusion.

Barbara Lucini, responsabile People Value and Engagement di Generali Italia: "L'Hackathon che cos'è? Una metodologia o meglio un'esperienza nella quale tutti i colleghi che abbiano voglia di dire la loro e abbiano buone idee da mettere in campo, si cimentano in questa maratona di idee di 14 o 24 ore che genera dei vincitori, cioè vengono premiate le idee migliori".

Nella fattispecie i progetti premiati hanno riguardato i temi delle leve motivazionali, dell'indice di varietà, del mettersi nei panni dell'altro, della condivisione di competenze e della genitorialità.

Gianluca Perin, direttore Risorse Umane e Organizzazione di Generali Italia: "Noi eravamo alla ricerca di nuovi elementi, di nuove iniziative, di idee proprio per operare sul tema gender, gender diversity e in particolare proprio sul tema della crescita professionale delle donne in azienda. Questo era l'obiettivo e direi che le cinque idee che sono state premiate colgono questi aspetti".

Tra le possibilità offerte dall'Hackathon, come ha ricordato anche Lucia Sciacca, direttore Comunicazione e Social Responsibility di Generali Italia, la possibilità di lavorare sull'energia personale. "Questo è qualcosa che facciamo all'interno della nostra azienda, sono dei programmi che facciamo per il nostro welfare aziendale e oggi li portiamo qui".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni