cerca

Salvini: meno stranieri in campionato, Nazionale più competitiva

Jorginho ed Eder? È la normativa ma meglio far giocare italiani

Roma (askanews) - Matteo Salvini, leader della Lega, parlando con i cronisti a Montecitorio ha preso spunto dalla partita di questa sera tra l'Italia e la Svezia, decisiva per la qualificazione ai Mondiali di calcio, per ribadire le sue posizioni politiche.

"Io spero che ci si qualifichi ai mondiali. Detto questo faccio mie le parole dell'allenatore della Ternana: con un po' meno stranieri in campo nelle giovanili e nei campionati di A, B e C probabilmente ci sarebbe una Nazionale più competitiva", ha detto il leader leghista. "Rimpiango i tempi dei tre stranieri in campo - aggiunge - mi sembra che sia un diritto far crescere i nostri ragazzi giocando con un pallone, senza andare a recuperare un campione o mezze pippe dal resto del mondo".

Poi alla domanda se farebbe giocare Jorginho e Eder, il numero uno del Carroccio ha risposto dribblando abilmente la questione: "Non faccio l'allenatore di calcio, ambisco a qualcosa di diverso. Se la normativa è questa per il momento è questa ma nella Nazionale italiana dovrebbero giocare giocatori italiani", ha concluso Salvini.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500