cerca

Olimpiadi Tokyo 2020, inaugurato il primo complesso sportivo

Tra ritardi e polemiche, ecco pronto il primo sito

Tokyo, (askanews) - Il primo sito costruito permanentente per i Giochi Olimpici in Giappone, nel 2020, è stato inaugurato a Tokyo, con grande sollievo degli organizzatori, dopo una serie di scandali e ritardi.

"Stiamo facendo dei progressi nei preparativi - ha dichiarato il governatore di Tokyo Yuriko Koike - siamo a meno di mille giorni dall'apertura dei Giochi e stiamo cercando di mantenere lo slancio nel continuare a lavorare sodo".

Il Musashino Forest Sport Plaza, alimentato in parte da energia solare, ospiterà le prove olimpiche di badminton e la parte di scherma del pentathlon moderno, così come il basket in sedia a rotelle per i giochi paralimpici. Presente nel complesso anche una piscina e una sala fitness destinata al grande pubblico.

L'inaugurazione di questo sito offre una boccata d'ossigeno per gli organizzatori posti sotto accusa da diverse parti per lentezze e scandali economici. "Siamo passati dalla fase di pianificazione a quella della consegna - ha detto il presidente del comitato organizzatore Toshiro Muto - e ora i nostri sguardi sono focalizzati sulla data di apertura dei Giochi, il 24 luglio 2020".

Alla fine del 2015, il costo del futuro stadio olimpico, quasi due miliardi di euro, aveva provocato indignazione da parte dei cittadini. Proteste che avevano spinto il primo ministro Shinzo Abe ad abbandonare il progetto iniziale per scegliere progetti più economici.

Altra polemica era stata sollevata sulla scelta del logo, dopo le accuse di plagio ricevute. Ma nel complesso, resta l'ombra della corruzione sulla scelta di Tokyo per i Giochi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni