cerca

Maxi-blitz delle forze dell'ordine a Ostia, contro armi e droga

Dopo gambizzazione nipote di un boss locale del clan Fasciani

Roma, (askanews) - Duecentocinquanta uomini, tra polizia, carabinieri e guardia di finanza, hanno eseguito una serie di controlli straordinari e perquisizioni nella zona di Ostia: un servizio straordinario alla ricerca di armi e droga, con verifiche su strada e nell'area portuale.

Un'iniziativa tesa a contrastare "situazioni di illegalità" e a potenziare "i presidi delle forze di polizia già operativi", ha spiegato la Questura di Roma.

Nel corso dell'operazione sono state impiegate unità cinofile, elicotteri, unità navali, equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine della polizia e compagnie di intervento operativo dei carabinieri di supporto ai dispositivi di controllo già presenti del territorio.

Nel X Municipio di Roma nelle ultime settimane ci sono stati diversi episodi di cronaca nera: la gambizzazione di Alessio Ferreri, nipote del boss locale Terenzio Fasciani; l'atto intimidatorio nei confronti di Silvano e Giuliano Spada, elementi di uno dei clan più potenti del litorale; i 5 colpi di pistola esplosi contro l'abitazione di Silvano Spada in via Forni. Nel frattempo Roberto Spada è in carcere per aver picchiato brutalmente con "metodo mafioso" i giornalisti della Rai Daniele Piervincenzi ed Edoardo Anselmi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500