cerca

L'Aia, Slobodan Praljak beve veleno dopo la sentenza di condanna

L'imputato condannato per la distruzione del ponte di Mostar

L'Aia (askanews) - Drammatico fuori programma al Tribunale penale internazionale per l'ex Jugoslavia dell'Aia dove l'udienza del processo per crimini di guerra a Slobodan Praljak è stata sospesa perché l'imputato ha ingerito del veleno dopo la lettura della sentenza che confermava la sua condanna a 20 anni.

Praljak, 72 anni, uno dei sei ex leader politici e militari croati di Bosnia ad essere ancora sotto processo, ha gridato "Praljak non è un criminale" e poi ha bevuto qualcosa da una

bottiglietta marrone.

Nel giro di pochi minuti sono arrivati i soccorsi, ma Praljak è morto dopo qualche ora in ospedale.

L'ex leader croato è stato incriminato per aver ordinato nel novembre 1993 la distruzione dello storico ponte di Mostar risalente al 16esimo secolo, poi ricostruito.

Nella sentenza, i giudici comunque hanno parzialmente accolto l'appello di Praljak, dicendo che il ponte era stato un bersaglio militare legittimo durante il conflitto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni