cerca

Firenze, in piazza della Signoria il nuovo ristorante Frescobaldi

Lo chef Reatini propone menù toscano con un tocco contemporaneo

Milano (askanews) - Unire la buona cucina toscana di qualità e i vini Frescobaldi. Con questo obiettivo a Firenze, in piazza della Signoria, ha aperto il nuovo "Ristorante Frescobaldi Firenze", il secondo della società Lilium dopo quello di Londra inaugurato nel 2014: alla guida c'è lo chef Roberto Reatini, nato in provincia di Latina e con 10 anni di esperienza a Londra e in giro per il mondo. "Ho avuto l'opportunità di lavorare con grandi chef e grandi compagnie, ho girato il mondo, in America per provare nuove cucine e tendenze. Ma la mia passione l'ho ereditata sin da piccolo dalla cucina della nonna, per cui mi piace fare la pasta a mano".

Con lo chef lavora un gruppo di 9 persone: la proposta è un menù toscano, fedele alla tradizione ma con un tocco di cucina contemporanea. Abbiamo fatto dei maltagliati con i fagioli zolfini ma anzichè la classica pasta abbiamo preso il grano arso che è un ingrediente molto povero che riesce a dare un twist ad un piatto che è di tradizione in tutte le case toscane".

Affacciato su Palazzo Vecchio, il ristorante ha 130 posti a sedere tra un'ampia sala interna, un privè al secondo piano, una zona bar e un dehor, progettati dallo studio spagnolo di interior decoration Lazaro Design. Diana Frescobaldi è presidente della Ristorante Frescobaldi Firenze. "Siamo in primis produttori di vino quindi l'anima del wine bar ci sarà sempre, per gustare un bicchiere con il formaggio e il salame toscano".

Il primo wine bar del marchio fu aperto nel 1999 dentro l'aeroporto di Fiumicino, esperienza replicata nel 2002 e nel 2008 con altri due corner alle partenze. Sempre nel 2002 la famiglia ha inaugurato il primo Ristorante Dei Frescobaldi a Firenze, nel 2009 un Wine bar da Harrod's a Londra e nel 2014, con Good Food Society, il Frescobaldi London a Mayfair.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500