cerca

paura a manhattan

Attacco a New York, la città paralizzata dopo l'esplosione

Quattro persone sono rimaste ferite in un'esplosione a Manatthan, nessuna di queste in modo grave. Erano le 7,20 del mattino ora di New York (le 13.20 in Italia) quando è deflagrato un ordigno rudimentale al Port Authority, la principale stazione di bus della metropoli americana tra la 42esima Strada e l'ottava Avenue, a due passi da Times Square.

Le stazioni della metro A, C ed E di New York sono state subito evacuate. Secondo fonti del New York Post, la bomba, posizionata all'interno di un tunnel, sarebbe esplosa solo parzialmente, provocando alcuni feriti. Sul posto, oltre agli agenti del Nypd e ai soccorsi, è intervenuta anche una squadra di artificieri. "L'attentatore aveva sul suo corpo un ordigno rudimentale che ha fatto esplodere intenzionalmente causandosi delle ustioni sul volto", ha detto James O'Neil, capo della polizia di New York, in conferenza stampa, aggiungendo che l'attentatore, il 27enne Akayed Ullah, è rimasto ferito ed è stato ricoverato al Bellevue Hospital. "Diciamolo chiaramente, si è trattato di un tentativo di attacco terroristico", ha commentato il sindaco di New York, Bill De Blasio, accorso subito sul posto

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500