cerca

Israele, morto leader spirituale ultraortodossi, aveva 104 anni

In tanti davanti alla casa di Rabbi Shteinman. Senza commento

Gerusalemme (askanews) - La massima autorità spirituale degli ebrei ultraortodossi in Israele e in tutto il mondo, Rabbi Aaron Yehuda Leib Shteinman, è morto oggi all'età di 104 anni. Poco dopo l'annuncio della sua scomparsa diverse centinaia di persone si sono ritrovate davanti all'abitazione nella città israeliana di Bnei Brak per partecipare al funerale.

A lungo figura di primo piano dell'ebraismo ultraortodosso Ashkenazi, Shteinman era diventato la massima autorità degli ultraortodossi dopo la morte, nel 2013, di Rabbi Ovadia Yoseph.

Nato nel 1913 in Bielorussia, aveva studiato lì e poi in Svizzera, prima di emigrare nella Palestina sotto amministrazione britannica nel 1945. Insegnò nelle principali scuole talmudiche di Bnei Brak, la città a maggioranza ultraortodossa alle porte di Tel Aviv dove viveva. La sua influenza crebbe negli anni '80 quando entrò a far parte del Comitato rabbinico a capo del partito Degel Hatorah, membro dell'alleanza Giudaismo Unito nella Torah (UTJ), i cui sei parlamentari oggi fanno parte della coalizione di governo del premier Benjamin Netanyahu.

Gli ebrei ultraortodossi rappresentano circa il 10% degli otto milioni di abitanti di Israele.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni