cerca

Previdenza: Intesa Sanpaolo Vita, il fondo pensione Il mio domani

Lesca: accompagniamo lavoratore su diverse linee di investimento

Milano, (askanews) - Cresce l'attenzione degli italiani per la previdenza integrativa. I fondi pensione sono ormai utilizzati da oltre 8 milioni di occupati, circa un lavoratore su tre, pari a una crescita annua degli iscritti del 5%. Con il sistema pensionistico che ha di fronte la sfida dell'invecchiamento della popolazione e un contesto di mercato del lavoro che non cresce abbastanza, per un giovane lavoratore diventa oggi sempre più importante puntare sulla pensione complementare per integrare la pensione base che tende a non essere più sufficiente, beneficiando anche di agevolazioni fiscali non previste per altre forme di risparmio, come spiega Andrea Lesca, responsabile Reti e Welfare aziendale di Intesa Sanpaolo Vita.

"Attivare la previdenza complementare gli può dare, partendo in largo anticipo, la possibilità di costruirsi una seconda pensione ma versando molto poco perché il tempo e l'effetto moltiplicatore del rendimento nel lungo periodo è assolutamente un valore, è un elemento di vantaggio per un giovane - ha detto - Tra l'altro può anche utilizzare, se dipendente, solo il Tfr perché il Tfr non gli tocca il netto in busta paga, però rappresenta circa il 7% della sua retribuzione annua lorda, di conseguenza può ottimizzare sia fiscalmente sia da un punto di vista anche di investimento, di rendimento il suo trattamento di fine rapporto".

Con il fondo pensione aperto Il Mio domani di Intesa Sanpaolo Vita, il lavoratore può costruire una pensione integrativa, attraverso versamenti personali o del Tfr. Un prodotto flessibile che si caratterizza per l'accompagnamento del lavoratore su diverse linee di investimento. "Abbiamo un cosiddetto pilota automatico - ha spiegato - che in gergo tecnico è un Life Cycle che di fatto propone all'investitore che è a più di 10 anni della pensione un investimento un po' più rischioso ma sicuramente che gli può dare dei vantaggi in termini di rendimento nel medio lungo periodo ma spostandolo su linee meno rischiose mano a mano che si avvicina verso la pensione, questo senza alcun costo in modo automatico". "Soprattutto - ha concluso Lesca - presso gli sportelli di Intesa Sanpaolo possono trovare un importante consulenza sulla previdenza pubblica e sulla complementare in modo tale che queste due facce della stessa medaglia costituiscono anche un elemento di consulenza per il lavoratore quando si rivolge presso i nostri sportelli".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500