cerca

La base missilistica Nato in Romania minacciata dalle pecore

Azionano il sistema di allarme

Roma, (askanews) - Uno dei siti militari americani più importanti in Europa è sotto assedio. Ma a minacciare Deveselu, nel Sud della Romania, base strategica di difesa antimissilistica Nato, c'è un esercito insolito e poco "pericoloso" formato da decine di pecore. Il gregge, all'apparenza inoffensivo, crea seri problemi ai sistemi di allarme, che vengono continuamente attivati dalle circa 250 pecore che pascolavano in questi prati molto prima dell'arrivo degli statunitensi. A nulla servono recinzioni e confini.

Il sindaco del comune vicino di Stoenesti, Alexandru Damian: "Le pecore non sono persone, è chiaro che non rispettano regole e vanno dove vogliono, non restano ferme, entrano nelle aree in cui ci sono i sensori, toccano i recinti e fanno scattare il sistema di allarme".

Il pastore proprietario del terreno adiacente la base non ha intenzione di spostare il gregge, afferma di averlo comprato molto prima dell'arrivo degli americani e di aver ormai da tempo costruito il rifugio per i suoi animali. Una situazione che imbarazza non poco il sindaco e che al momento non trova soluzione. "Abbiamo preso accordi precisi con gli americani, non immaginavamo che il pastore fosse così testardo - spiega ancora - gli impegni però devono essere rispettati, si tratta di trattati internazionali".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500