cerca

Migranti a Calais, arrivano i minori non accompagnati

Dopo l'accordo francobritannico del 18 gennaio

Calais, (askanews) - Oltre un centinaio di migranti minorenni non accompagnati sono giunti a Calais negli ultimi giorni, pieni di speranza dopo l'accordo francobritannico del 18 gennaio che ha promesso un'accelerazione del trattamento delle domande d'asilo per i minori che vogliono raggiungere l'Inghilterra. Si tratta per lo più di ragazzi dell'Africa orientale, provenienti da Parigi e dal Belgio, accolti in un centro temporaneo a una settantina di chilometri dalla città della costa.

Secondo le agenzie umanitarie attive nella zona le loro speranze sono inutili perché la raccolta delle domande d'asilo non sarà effettuata a Calais.

Dall'inizio del 2017, la Gran Bretagna ha accolto in tutto otto minorenni che chiedevano il ricongiungimento con i parenti in territorio britannico. L'accordo del 18 gennaio prevede una accelerazione nel trattamento dei dossier, che in teoria dovrebbe scendere da sei mesi a 25 giorni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500