cerca

In piena tempesta hi-tech

La musica in streaming debutta a Wall Street con Spotify

Uno degli esordi in Borsa più attesi dell'anno. Obiettivo: 25 miliardi di dollari di capitalizzazione

Spotify, il numero uno al mondo della musica in streaming, sbarca a Wall Street, e il suo debutto in Borsa è uno dei più attesi dell'anno in tutto il settore tecnologico.

Il colosso svedese con 71 milioni di abbonati paganti e oltre 150milioni di utenti attivi ha rivoluzionato il modo di ascoltare musica online negli ultimi 10 anni e ora, in un momento in cui i colossi come Facebook e Amazon vengono oscurati, uno dallo scandalo privacy, l'altro dalla guerra di Trump per le tasse non pagate, potrebbe tentare il colpo grosso.

Spotify arriva in Borsa con il logo Spot e non si quoterà con la tradizionale Ipo (initial public offering) ma con il meccanismo della quotazione diretta per determinare il prezzo iniziale delle azioni. Punta a superare, secondo i più ottimisti, i 25 miliardi di dollari di capitalizzazione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500