cerca

in pressing

Scandalo Garko? La Venier indaga e lui risponde così

L'attore ospite nel salotto di "Domenica In" conferma il fidanzamento e l'amicizia "speciale" con Gabriele Rossi

Gabriel Garko apre la quarta puntata di “Domenica In” e conferma: "Sono fidanzato con una persona e sono molto geloso. Gabriele Rossi è un amico speciale. Un figlio? Forse prima”. L’attore omaggia Mara Venier con una rosa rossa e parte subito con una frecciatina ai social criticoni: “Quest’anno non ho i jeans e non riesco a mettere la scarpa sulla sedia! Quante me ne dissero!”. Non sa che la Rete è già scatenata: “Perché ha i capelli centrifugati?”, “Sembra il sosia di Imma Battaglia”, “Stamane ha fatto la doccia e non si è asciugato i capelli”, “Ma Garko ed Enrico Papi sono la stessa persona?”.

Gabriel Garko ammette che la bellezza lo ha aiutato nel lavoro, un dono che ha sfruttato, ma a 47 anni è tempo di cambiare: "Sto scrivendo un libro insieme a una persona che mi aiuta, racconto cosa ho passato. Prima la mia vita era mischiata, ora tengo ben separati pubblico e privato. Quando ho avuto la consapevolezza che Gabriel Garko aveva preso il posto di Dario Oliviero, che il personaggio aveva preso il sopravvento sulla persona, mi sono fermato. Ho cambiato tutto. Ho iniziato a lavorare a 16 anni e non rinnego la fama però mi rimprovero di non aver avuto una vita privata. Adesso la pretendo. Negli anni del grande successo credevo di essere felice poi ho capito che ero in una gabbia dorata. Il punto di svolta? Un giorno mi sono dato un’occhiata allo specchio, mi sono voltato e rigirato e mi sono accorto di essere una copertina. Mi sono chiesto chi fossi veramente. Sono andato a Londra per tre settimane e ho ricominciato con pazienza. L’incidente di Sanremo (l’esplosione della villetta in cui era ospite durante il Festival, nda) mi ha fatto capire che tutto può cambiare in un attimo e che dovevo riprendermi la vita”.

Mara Venier è protagonista di una gag involontaria: per spostare la poltrona mette il sedere in faccia a Garko e quello: “Ti sei resa conto di cosa hai fatto?!”, ma da qui in poi l’intervista assume contorni surreali. La Venier indaga sulla fede e sulla vita privata e l’attore si arrocca in un sorriso teso al pari di una corda di violino: “La fede è la stessa da due anni. Il casino di queste settimane sulla mia amicizia con Gabriele Rossi? Ben venga questo interesse! Mi lusinga, vuol dire che non sono indifferente! Il casino è scoppiato per una foto al bar con il mio agente, da lì hanno detto che andavo in luna di miele in Egitto dove invece ero ospite a un Festival. Se mi facevano la foto con un bambino dicevano che era mio figlio, pure se era nero. La verità è che non sono sposato, se mi dovessi sposare a questa fede se ne aggiungerebbe un’altra. Questo è un anello a cui tengo tantissimo e l’unico dito a cui entra è l'anulare”.

Mara Venier cerca di far saltare il bunker (“Non si po’ sentì...” e fa il gesto del naso di Pinocchio) per carpire una verità lapalissiana che il diretto interessato non vuole dichiarare. E ne ha pieno diritto: sono fatti suoi con chi divide il talamo. Ripete come un anno fa: “Non devo dire di che colore porto le mutande! Ho deciso di mettere un confine, alcune cose devono rimanere mie. Rimango basito davanti all’idea che io non dica qualcosa che la gente si aspetta. Non spaccio, non rubo, non sto facendo un dispetto, posso essere criticato per il lavoro, per il modo di recitare ma non voglio essere giudicato per quello che avviene tra le mura di casa mia”.

La Venier non molla: “Però possiamo dire che Gabriele è un amico speciale?  Va bene, il giorno in cui ti andrà di dirlo lo dirai! Sai non è per curiosità, è che la gente ti ama”. Garko parla a nuora perché suocera intenda: “Quando ho detto in un’intervista che delle mie storie si è parlato tanto e in modo sbagliato, io ho mandato un messaggio a chi doveva capirlo, se poi gli altri stravolgono le mie parole io non posso farci niente. Purtroppo i social manipolano il significato di ciò che dico”.

La conduttrice batte imperterrita sullo stesso tasto: “Sei un’anima bella, so chi sei, so che quando sei tranquillo, sei meraviglioso, credo che qualcuno ti abbia fatto del male e tu ora ti stia difendendo. Spero arrivi il giorno in cui non ti difenderai più davanti a una telecamera. Arriverà il giorno in cui sarai te stesso” e Garko cede: “Sai ci sono dei retaggi…”. Chi vuol capire, capisca. Un filmato di Eva Grimaldi lo salva e gli consente di cambiare discorso: “Sono contento per Eva perché sposando Imma ha fatto una scelta di vita che la rende davvero felice. Che coppia eravamo? Pazza. Non cucinava, se le chiedevi di fare pasta e ceci, cuoceva la pasta e ci versava sopra i ceci”. Mara domanda: “Quanto tempo siete stati insieme?” e la risposta di Gabriel è rivelatrice: “Abbiamo ABITATO insieme 4 anni e mezzo. E’ finita perché così succede”.

Il clima si stempera un po’ con un equivoco sul fumo (Garko dice di non fumare sigarette, ma "altro" e la Venier fraintende pensando alle canne anziché alle sigarette elettroniche, nda), ma è un attimo perché l’attore rivela: “Non volevo fare Sanremo, avevo paura, avevo il terrore di fare il bellone messo su un palco a leggere delle cose male, come poi è avvenuto” e Mara dà il colpo di grazia: “Lo vedi? Hai paura di troppe cose, amore della zia, sei bello, sei bravo, bu-ttta-te, bu-ttta-te, bu-ttta-te!”. Il botta e risposta finale è peggio di un elefante in una cristalleria: “Quando pensi di sposarti?” e Garko: “Giuro non lo so. Se la persona me lo chiede? Noooo”, “C’è gelosia tra di voi?”, “Sì, ma sana. Secondo me, se non c’è gelosia non c’è amore. Io sono molto geloso. Se voglio un figlio? Forse è tardi, prima me lo sarei goduto di più, ma vedremo” afferma l’attore e Mara: “E’ terrorizzato che dica qualcosa”, controreplica: “Sono rilassatissimo”. Non è vero, si evince dal linguaggio del corpo e dalla risata teatrale. “Non se po’ dire niente!” conclude Mara tra il serio e il faceto. In verità, è stato detto tutto.
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500