cerca

l'appello inaspettato

Il figlio di Marina Ripa di Meana è disperato: "Aiuto ho bisogno di lavorare"

Andrea si confessa e svela una lettera segreta dei suoi genitori

Andrea ha poco più di 50 anni. E’ il figlio adottivo di Carlo e Marina Ripa di Meana che nel 2012 decisero di avviare le pratiche per la sua adozione dopo oltre 25 anni di lavoro fianco a fianco. «Ero il loro assistente, segretario e curavo le pubbliche relazioni in maniera esclusiva. Adesso non lavoro più. Tutti quelli che mi avevano promesso qualcosa sono spariti. Io vengo da una famiglia umile e sono disposto anche a pulire i pavimenti pur di lavorare», racconta a “Il Tempo” Andrea Ripa di Meana Cardella. Oggi vive a Roma nel quartiere Trieste, ha lasciato la storica casa di Carlo e Marina. Prima del trasloco, però, ordinando le carte, ha ritrovato una lettera che Carlo scrisse a sua moglie. «Voleva un figlio da lei e aveva già pensato al nome. Forse proprio dopo questa lettera è nata in loro la voglia di adottarmi», dice Cardella.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500