cerca

sfuriata

"Tu sei un imbecille". Chi insulta il naufrago, senza pietà

John Vitale sotto accusa per le offese social alla d'Urso, Ma non viene eliminato

Nella seconda puntata dell'Isola dei Famosi nessuna squalifica, ma solo una semplice eliminazione al televoto per John Vitale, il “galeotto” che ha scritto post molto offensivi su Barbara d’Urso. Alessia Marcuzzi lo castiga e Alda D’Eusanio gli dà apertamente dell’imbecille. Ma a sorpresa non viene squalificato e resta altri 3 giorni in Honduras.

“Ai casting ci sembravi un bravo ragazzo, poi è venuto fuori qualcosa di molto grave” dichiara Alessia Marcuzzi mandando in onda alcuni post volgarissimi scritti dal nullafacente napoletano su Facebook e Instagram. La conduttrice prosegue: “Sono state fatte delle offese a una collega e una donna, Barbara d’Urso. Hai scritto cose pesantissime. In questo periodo i leoni da tastiera scrivono cose indicibili ai personaggi famosi e poi quando li incontrano grandi baci e abbracci (John andò a “Pomeriggio cinque” prima di partire e elogiò la d’Urso). E’ riprovevole. Ma nei confronti di una donna si possono scrivere cose così pesantissime? Mi vergogno per te”.

La difesa di John Vitale è così puerile da suscitare ancora più rabbia: “Chiedo scusa, ho fatto una ca**ata. Se le ho scritte… non ricordo bene quale fosse l’argomento. Non ricordo il motivo, ripeto: se le ho scritte chiedo scusa a tutte le donne d’Italia e del mondo” e la Marcuzzi: “E’ troppo volgare scrivere una cosa del genere nei confronti di una donna, di Barbara d’Urso. Questo è cyberbullismo. Meriti la squalifica”. Il naufrago si arrampica sugli specchi, ma gli interessa solo rimanere:“Se pensiamo che posso restare bene altrimenti vado via. Non le ho cancellate perché non c’era così tanta offesa”. Tuoni e fulmini da Alessia: “Rispetto alle cose personali rivolte a Barbara d’Urso non posso soprassedere” e Alba Parietti: “Se le avessero scritte di tua sorella e di tua madre? Prendete i social come un videogioco. Tu devi cambiare modo di ragionare”.

Lapidaria Alda D’Eusanio: “Qualunque sia il frangente non si pensano nemmeno cose di quel genere. Tu non sei un leone da tastiera. Tu sei un imbecille. Con e senza tastiera. Le parole offendono come le armi. Il Va’ pensiero ha fatto male agli austriaci più delle baionette. Imbecille. Togliti quelle frasi dalla testa”. Dopo tutto questo rimprovero, ci si aspetta la squalifica con ritorno a nuoto e un braccio legato dietro la schiena e invece l’indignazione si spegne: “Avete capito come la penso. Ma ci sono delle regole e le cose dette non sono avvenute nella trasmissione – dichiara la Marcuzzi -. Apro ufficialmente il televoto”. Incredibile che dopo la ramanzina, il televoto per i “galeotti” che doveva sbattere fuori John resti aperto ancora tre giorni. Un premio per il leone da tastiera anziché una punizione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500