cerca

spaventati dai curiosi

I cuccioli hanno perso la madre, scatta la "caccia" agli orsi

Giorni frenetici nel Parco Nazionale d'Abruzzo

Giorni frenetici per i Carabinieri, i Carabinieri Forestali e le Guardie del Parco Nazionale d’Abruzzo: da domenica sera una famiglia di orsi - madre e tre cuccioli - si è separata e perduta nella zona di Pescasseroli.

Il primo video, girato nella notte fra sabato e domenica scorsi, inquadrava nella strada principale di Pescasseroli di fronte al Municipio, l’orsa con un solo cucciolo. In realtà, i cuccioli sono tre. Solo che qualche persona poco avvezza a comportarsi con i plantigradi, ha iniziato a seguire la famigliola in macchina, radio accesa a tutto volume e fari abbaglianti puntati sul gruppetto. Risultato: due cuccioli si sono separati dalla madre, fuggendo in direzione opposta a quella presa da mamma orsa. 

Da allora, si sono moltiplicati gli avvistamenti: la rarità dell’evento spinge troppi a seguire - cellulari accesi - i due cuccioli. 

Per evitare che la permanenza lontana dalla madre spinga quest’ultima ad abbandonare i due piccoli al proprio destino, Guardie del Parco e Carabinieri hanno dato il via a una vasta battuta di caccia per riuscire a catturare i due orsacchiotti e riportarli dalla madre. 

Per questo, le Forze dell’Ordine hanno diffuso un avviso alla popolazione invitando chi dovesse incrociare i piccoli a non seguirli né a piedi né tanto meno in macchina ma a chiamare il numero verde di pronto intervento 800 010 905 nelle ore notturne e il servizio di sorveglianza del Parco Nazionale 0863 9113244. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500