cerca

emergenza coronavirus

Il Covid-19 creato in laboratorio? Giallo sul servizio Rai del 2015

Nel Tg Leonardo di cinque anni fa si parlava di scienziati cinesi impegnati a unire proteine di topi e pipistrelli per creare "un supervirus polmonare". La notizia fa il giro del web. Burioni: "E' una bufala". Ma le coincidenze sono impressionanti

E' destinato a provocare un vero e proprio terremoto il servizio tratto dal Tg Leonardo di Rai 3 e mandato in onda nel 2015 in cui si parla di "scienziati cinesi che creano un nuovo supervirus polmonare creato da pipistrelli e topi". Il giornalista racconta che i cinesi si difendono dicendo che la sperimentazione "serve solo per motivi di studio" ma aggiunge anche che "sono tante le proteste" e aggiunge un profetico "vale la pena rischiare?".

Segue un servizio di circa due minuti in cui si spiegano i dettagli del progetto che sembrano descrivere tragicamente proprio la genesi del Coronavirus. Davvero l'epidemia che sta mettendo in ginocchio il mondo è nata in laboratorio? Fatto sta che i video in questione circola furiosamente da ieri sulle chat di parlamentari e comuni cittadini. Si annunciano interrogazioni al governo per fare chiarezza sulla vicenda.

Intanto Burioni smentisce l'affidabilità della notizia: "E' una bufala - scrive su Twitter - perché il Coronavirus è purtroppo naturale al 100%".

In seguito anche la Rai ha preso posizione. "Il servizio del 16 novembre 2015 andato in onda nella rubrica 'Leonardo' della TgR è tratto da una pubblicazione della rivista Nature" ha dichiarato il direttore della testata regionale Rai, Alessandro Casarin, che spiega: "Proprio tre giorni fa la stessa rivista ha chiarito che il virus di cui parla il servizio, creato in laboratorio, non ha alcuna relazione con il virus naturale Covid-19".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500