cerca

la startup sociale e digitale

Tre scrittrici "Contemporanee" incantano al Mercato Centrale

Neanche il caldo torrido di Roma ha fermato il manipolo di affezionati lettori di Paola Tavella, Jo Lattari e Melissa Panarello, invitate nello Spazio Fare al secondo piano del Mercato Centrale da "Le Contemporanee", startup sociale e digitale che coinvolge donne, uomini, istituzioni e aziende promuovendo il dialogo nelle diversità, per parlare dei propri volumi da poco in libreria. A coordinare l'incontro Massimiliano Coccia di Radio Radicale e, ad introdurre, la giornalista Valeria Manieri, che delle Contemporanee è una delle fondatrici, insieme a Sarah De Pietro e Cristina Sivieri Tagliabue.

La discussione, incentrata su famiglia, amori e difficoltà spesso "al femminile", ha appassionato la sala, pienissima sin dalle 18.

Coccia si è abilmente destreggiato tra l'incredibile verve della Tavella, freneticamente divisa tra televisione, politica e letteratura, che ha riscosso battimani a scena aperta, la profondità del testo teatrale di Jo Lattari, che gode di una introduzione inconsueta di Franco Cordelli, il principe dei critici teatrali, e, infine, nei meandri di una vita davvero spericolata, quella di Melissa Panarello (ex Melissa P.), scrittrice da milioni di copie che continua a realizzare libri di grande spessore per un pubblico che non cala.

Alla fine battimani e firmacopie a go-go. La presentazione si è svolta nel ciclo “6 Contemporanea”, appuntamento fisso, ormai, a Roma e Milano il 6 di ogni mese.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500