cerca

Nobel, Gemme: molto contenti, peccato nessun italiano premiato

Parla il responsabile nazionale Infn di Virgo

Roma, 3 ott. (askanews) - "Il premio Nobel per la scoperta delle onde gravitazionali ai tre scienziati americani Weiss, Barish e Thorne era atteso. Noi siamo molto contenti. C'é molta Italia in questa scoperta. L'Italia è all'avanguardia nella ricerca sperimentale delle onde gravitazionali da 40 anni grazie al supporto continuo dell'INFN".

Così Gianluca Gemme, responsabile nazionale dell'INFN di Virgo, la collaborazione scientifica internazionale che insieme con Ligo nel febbraio 2016 ha annunciato la prima osservazione di onde gravitazionali, commentando nella sede dell'Infn l'annuncio dei Nobel per la fisica.

"Oggi con Virgo - ha sottolineato Gemme - ha uno strumento che è al massimo livello mondiale, allo stesso livello degli strumenti americani e il contributo italiano a questa scoperta è stato determinante. Siamo molto felici, avremmo gioito ancora di più - ha aggiunto - se ci fosse stato il nome di un italiano tra i premiati, quello di Adalberto Giazotto, uno dei padri di Virgo. Però il contributo italiano è stato comunque riconosciuto dall'Accademia e di questo siamo molto contenti".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni