cerca

Sanremo, il rapper Mudimbi: mi ispiro a Celentano e Caparezza

In gara tra i Giovani con "Il mago", che anticipa primo album

Milano (askanews) - Un promemoria nei confronti di se stesso, e di chi lo ascolta, per invitare a vivere con serenità: questo è "Il mago", la canzone che il rapper italo-congolese Mudimbi porta al Festival di Sanremo in gara tra i giovani. Un brano positivo dove il cantante svela i due ingredienti della sua musica, sarcasmo e spontaneità, e smentisce chi ha parlato di assenza del rap dal Festival di Baglioni.

"Nonostante il quotidiano sia disseminato da episodi di sfiga quotidiana bisogna cercare di non soffermarcisi troppo, lascia correre, concentrati sulle cose buone che ti sono successe oggi e non accettare quello stato negativo come l'unica realtà della tua vita".

Il 9 febbraio esce il suo primo album "Michel", dove racconta tutto quello che ha visto, vissuto o pensato, senza tralasciare il politicamente scorretto. "Ritengo che le cose vadano dette perchè le vediamo, ma so che non sempre vanno sempre sputate in faccia, bisogna sapere indorare la pillola. Nel mio album di politicamente scorretto ce n'è se chi lo ha ascolta ha l'intelligenza di saperlo andare a trovare".

La musica è diventata un lavoro per Michel da 2-3 anni, quando ha deciso di lasciare il lavoro in officina come meccanico per intraprendere una nuova strada. "Sono molto naturale in quello che scrivo o faccio con la musica e non ho mai avvertito fatica, ovviamente la gavetta è lunga, io considero di avere molte cose da imparare e perfezionare, la mia gavetta non finirà mai, ma la vivo con molta leggerezza perchè faccio quello che mi piace".

Ispirato soprattutto dagli artisti americani o britannici, Mudimbi ha due artisti italiani preferiti. "Per quanto riguarda il live fui folgorato per il live da Michele Caparezza. Mi ritrovati ad un suo concerto senza conoscere le canzoni eppure mi incantò, restai a bocca aperta, mi ha ispirato molto quella teatralità e voglia di intrattenere anche al di là della musica la voglio portare sul palco". "Mi ci riconosco e mi è sempre piaciuto tantissimo Adriano Celentano, il molleggiato, ho detto tutto".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni