cerca

L'Aquarius andrà in Spagna, Salvini: alzare la voce paga

"Dato segnale che Italia non può gestire da sola i migranti"

Milano, (askanews) - "Evidentemente alzare la voce paga, cosa che l'Italia non faceva da tempo immemore, da anni". Lo dice il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, commentando la soluzione della vicenda della nave Aquarius carica di migranti, che sarà accolta nel porto spagnolo di Valencia. Il leader della Lega, che nella sede del Carroccio ha tenuto una conferenza stampa, ha espresso "grande soddisfazione" per la soluzione, drivendicando di aver "aperto un fronte di discussione per una nuova politica di immigrazione a livello continentale. Sicuramente non si chiude oggi la partita ma "è un primo importante segnale" del fatto che "l'Italia non può continuare a sostenere da sola questo peso

enorme".

"Il problema si è risolto grazie al buon cuore del governo spagnolo. Evidentemente l'Unione Europea non può andare avanti a buon cuore ma contiamo da oggi su un nuovo giorno, un nuovo inizio. I miei predecessori non avevano ritenuto di alzare la voce in maniera costruttiva. L'abbiamo fatto, con un governo compatto alla faccia di chi cercava spaccature tra Lega e Cinque Stelle. Abbiamo segnato un punto a nostro favore, ma non è la fine di nulla".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni