cerca

A Roma il Global Champions Tour, la Formula 1 dell'equitazione

Cavalli e cavalieri di tutto il mondo, in palio 900mila euro

Roma, (askanews) - Il grande spettacolo del salto ostacoli, la "Formula 1 dell'equitazione" sbarca a Roma, dal 6 al 9 settembre, nella suggestiva cornice dello Stadio dei Marmi, per la quindicesima tappa del Longines Global Champions Tour 2018, il prestigioso circuito internazionale che vedrà in gara le migliori amazzoni e i migliori cavalieri del mondo. Una festa a cielo aperto, per appassionati e non solo, con numerosi eventi collaterali, per grandi e piccini. Come spiega ad askanews Eleonora di Giuseppe, Event coordinator:

"Il Longines Global Champions Tour è un circuito mondiale, giunto a 17 trappe in varie parti del mondo, per il quarto anno a Roma. E' un evento che riunisce sport ad altissimo livello, con i migliori cavalli e cavalieri del mondo, ma anche attività a carattere sociale, con l'avvicinamento al cavallo. Equitazione di massimo livello con la possibilità di famiglie, bambini e appassionati di avvicinarsi al cavallo a prescindere dalla conoscenza dello sport. Grazie alla struttura del Global abbiamo avuto una crescita di pubblico esponenziale con oltre 60mila spettatori negli ultimi 4 anni".

Un montepremi di 900mila euro, competizioni a squadre e competizione individuale, in una cornice scenografica senza uguali. Quattro giorni di grande equitazione e non solo: "L'evento è gratuito, e per noi è un modo importante per promuovere l'equitazione, non solo come disciplina ma anche l'uso del cavallo in ambito sportivo, terapeutico e sociale. Ci sono diversi eventi collaterali: innanzitutto quelli a carattere riabilitativo e terapeutico; il cavallo è una risorsa sociale a mio avviso insostituibile, e la testimonianza lo sono i ragazzi diversamente abile che grazie alla ippoterapia sono in grado di calcare il campo di gara del Global di Roma facendo un vero e proprio carosello. Il cavallo è la testimonianza di come le diversità dovute alle disabilità possono venire meno".

"Oltre a questo è un modo per promuovere il made in Italy, la cucina e il food italiano. C'è un villaggio dedicato a questo. Perché l'idea è che il Global sia un grandissimo salotto dove intorno al cavallo chiunque possa trovare un suo modo per partecipare. Un'occasione di festa e di sport".

Il Global Champions Tour, ideato nel 2006 dal campione olimpico olandese Jan Tops, è un circuito d'eccellenza con i più forti top rider del salto ostacoli mondiale. Si snoda attraverso 17 tappe in 12 Paesi di tre continenti, con campi gara allestiti nelle location più esclusive del pianeta: da Montecarlo a Parigi, da Miami Beach a Doha fino a Shangari. Roma sarà la penultima tappa della stagione, prima di quella in Qatar a Doha che eleggerà il campione del 2018.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni