cerca

Migranti, dopo un mese la nave Ong Aquarius torna in mare

Riparte da Marsiglia: il nostro obiettivo resta salvare vite

Roma, (askanews) - La nave Aquarius della ong Sos Mediterranée torna in mare dopo una sosta di oltre un mese e il lungo viaggio con 630 migranti a bordo fino a Valencia, in seguito al rifiuto di Italia e Malta

all'attracco nei propri porti.

Riparte dal porto di Marsiglia, dove è rimasta ferma per lavori di manutenzione e allo stesso tempo dove si è dovuta adattare a un nuovo contesto politico, con la decisione di impedire ai mezzi di soccorso civile di operare nelle acque internazionali al largo della Libia dall'inizio di giugno.

"Fino a quando la Libia non potrà essere considerato un posto sicuro, la Aquarius, ha confermato la ong, non farà sbarcare alcuna persona in un porto libico". L'obiettivo resta quindi lo stesso spiegano da Marsiglia - il porto da cui due anni e mezzo fa è salpata per la prima volta - Sos Mediterranée e Medici senza frontiere, con cui la gestisce in partnership: continuare a salvare vite nel Mediterraneo centrale, essere "una sentinella civile del Mediterraneo".

Francis Vaillat presidente di Sos Mediterranée: "Penso sia importante ricordare che a causa dell'assenza di navi delle ong negli ultimi due mesi la situazione è precipitata, a giugno abbiamo battuto tutti i record di mortalità, mentre i flussi di persone sono significativamente diminuiti".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni