cerca

Green Channel per le Pmi: un modo vincente per business verso Est

Parla Vincenzo Trani, presidente della CamCom italo-russa

Mosca, 3 dic. (askanews) - Eurasia non è solo Russia. Da quando esiste l'Unione Economica Eurasiatica, lo spazio economico è unico per la circolazione delle merci all'interno di un'area enorme che comprende non soltanto Federazione russa, Bielorussia e Kazakhstan, ma che va dall'Armenia al Kirghizistan e potrebbe allargarsi ulteriormente.

Anche alla luce di questa tendenza, la Camera di Commercio italo-russa vuole realizzare un Green Channel, per favorire le PMI italiane nell'attività di internazionalizzazione, in un contesto complicato e altamente competitivo.

Ce lo spiega in esclusiva Vincenzo Trani, presidente della Camera di Commercio italo-russa, nonchè patron di Mikro Kapital, l'azienda di microfinanza con capitale italiano più grande al mondo e unica a capitale italiano a investire anche in Uzbekistan.

Trani pone l'accento sulla seconda fase del Green Channel, che consentirebbe alle imprese italiane di affrontare il mercato a distanza. Attraverso un rapporto B2C, ottimizzando procedure e costi, ma approcciando anche il mercato retail e proponendo lo stesso prezzo di vendita del mercato europeo.

"Di conseguenza - precisa Trani - se già il mercato B2C in Europa ha raggiunto cifre importanti, possiamo immaginare cosa realizzerebbe un progetto di B2C focalizzato su regioni come l area eurasiatica, in particolare su città così digitalizzate come Mosca: si raggiungerebbe praticamente quasi il triplo delle esportazioni attuali, semplicemente attaccando il mercato B2C con una semplificazione nell ottenere i feedback sulla clientela finale, nel raccogliere e valutare anche quelli che sono i gusti della clientela. La relazione il più possibile diretta, garantisce una soddisfazione dei bisogni della clientela molto più rapida rispetto a quando, invece, la relazione non è diretta ma funziona attraverso vari intermediari".

Come noto le aziende sotto i 5 milioni di fatturato hanno grosse difficoltà a competere sui mercati esteri. Ma il Green Channel potrebbe diventare quella marcia in più, nonchè essere la dimostrazione, ancora una volta, che l'unione fa la forza.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500