cerca

Il processo a Milano

Corona in Tribunale con il figlio: "Deve vedere quello che succede al padre"

"Sono fiducioso e ho fiducia nella giustizia. Mio figlio? E' giusto che vada ad ascoltare quello che succede al padre visto che sta affrontando una fase importante della sua vita". Lo ha detto Fabrizio Corona a margine del processo in Tribunale a Milano. 

"Chiedo scusa alla Corte e al pg per quello che ho detto nella scorsa udienza, erano frasi dettate dalla rabbia per il carcere. Oggi sono molto più sereno". Prima che i giudici della Corte d'Appello di Milano si ritirino in camera di consiglio (sentenza prevista alle 14 e 45), Fabrizio Corona chiede venia per avere offeso, a margine nell'udienza del 19 giugno scorso, il sostituto pg Maria Pia Gualtieri. "Non ha capito nulla", aveva affermato parlando coi cronisti dopo che già in aula c'erano stati momenti di tensione con la rappresentante dell'accusa.

Il riferimento era alla richiesta di condannarlo a due anni e nove mesi per i due reati di cui è accusato, intestazione fittizia dei beni e un illecito fiscale. Prima delle sue breve dichiarazioni spontanee, i suoi legali, gli avvocati Ivano Chiesa e Luca Sirotti, oggi hanno chiesto di assolverlo. "Corona ha nascosto i soldi per non pagare le tasse - ha sintetizzato l'avvocato Chiesa - lo hanno beccato e le ha pagate. Ha pagato 12 milioni di euro di tasse in 8 anni. C'era bisogno di fargli fare 16 mesi di galera?".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500