cerca

Manovra

Di Maio: "Il 2,4% non è una sfida all'Europa. Da Pd e FI terrorismo mediatico"

"Quel famoso numerino 2,4% non è una sfida all'Europa ma è mantenere le promesse, una manovra espansiva". Lo ha detto il vicepremier e ministro al lavoro Luigi Di Maio attraverso una diretta Facebook. Concetto ribadito in un post sul Blog delle Stelle, in cui attacca anche l'opposizione. "Il Pd e Forza Italia non riescono a fare un'opposizione politica e quindi con i loro giornali creano terrorismo mediatico per far schizzare lo spread sperando in un altro colpo di stato finanziario: sono degli irresponsabili nemici dell'Italia. Ma nonostante il loro cinico impegno lo spread non è schizzato perchè gli investitori tutto questo lo sanno. In Italia c'è un governo forte, compatto e destinato a durare che ha il consenso popolare più alto d'Europa e che fa gli interessi del Paese", scrive il vicepremier e ministro del Lavoro che continua: "Tutti i giornali di partito hanno dichiarato guerra alla Manovra del Popolo perchè fissa il deficit per il prossimo anno al 2,4%. Il Pd nel 2014 ha fissato il deficit al 3%, nel 2015 al 2,6%, nel 2016 al 2,5%, nel 2017 al 2,4% e l'anno scorso al 2%. Nessuno ha mai fiatato nonostante questo deficit non sia servito a nulla perchè i governi del Pd non hanno fatto deficit per i cittadini, ma per i loro interessi e mancette elettorali", accusa Di Maio. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500